cm.212x80x85

E’ un viaggio nella ricerca, nell’innovazione, nella sperimentazione quello che potranno intraprendere i visitatori di Art Parma Fair, la grande mostra mercato d’arte moderna e contemporanea che si svolgerà a Fiere di Parma da sabato 27 a domenica 28 febbraio e, ancora, nel fine settimana successivo (da venerdì 4 a domenica 6 marzo), visitando le opere presentate dalle 60 Gallerie provenienti da tutta Italia e le mostre collaterali d’alto spessore culturale ideate e proposte proprio attraverso la stretta collaborazione tra queste ultime e le due società organizzatrice dell’evento: Romagna Fiere e Nord Est Fair.

Una sinergia che in occasione della 4ª edizione della rassegna parmense permetterà agli appassionati collezionisti, ma anche al sempre attento interessato pubblico di Art Parma Fair di riscoprire o conoscere veri gioielli della creatività che ha reso il nostro Paese il simbolo e il riferimento mondiale delle arti e del design. E si intitola proprio “Tra Arte e Design” l’esclusivo allestimento curato da Galleria Lara e Rino Costa di Valenza. Nata nel 1990 a Casale Monferrato in provincia di Alessandria, con un’esposizione dedicata al Nuovo Futurismo, nel corso degli anni è diventata una delle principali fucine nazionali di correnti quali il Nuclearismo e lo Spazialismo. Da sempre dedita alla riscoperta di artisti storici spesso dimenticati, opponendosi alle mode e alle tendenze del mercato, Galleria Lara e Rino Costa nel 2003 si è trasferita nella sua sede attuale a Valenza ospitando mostre di artisti del calibro di Paolo Buzzi, Agostino Ferrari, Dario Colombo, Paola Bandini, Corrado Bonomi, Carlesso, Nicola Carrino, Alik Cavaliere, Umberto Cavenago, Giuliano Dal Molin, Riccardo De Marchi, Piero Fogliati, Paolo Minoli, Hermann Nitsch, Gerard Schneider, Silvano Tessarollo e Luigi Veronesi.

Nei due fine settimana di Art Parma Fair, l’esposizione “Tra Arte e Design” consentirà di ammirare creazioni uniche quali il divano Bocca di Gufram, l’azienda cuneese fondata nel 1966 che produce sedute e complementi d’arredo impostasi a livello internazionale per l’influenza avuta nel campo del disegno industriale e per aver contribuito a rivoluzionare l’estetica del mobile a partire dagli anni ’60.

Bocca è un vero gioiello della Pop Art, natonel 1970 per soddisfare la richiesta di una cliente privata dell’azienda, da allora è stato pubblicato sulle copertine delle riviste di settore e non solo, ed è ancora oggi custodito nelle case e nei musei più importanti al mondo.

Le grandi labbra di Bocca sono ispirate al quadro Il Volto di Mae West del 1935 del surrealista Dalì e alle labbra rosso fuoco delle dive hollywoodiane e il divano così concepito è da considerarsi un’autentica opera d’arte che immediatamente si trasformò in un cult. Dna Pop, anima sensuale e provocatoria, aspetto femminile ed elegante: Bocca è tra i prodotti più ricercati, amati e imitati del settore, venendo declinata negli anni Duemila anche in nuove versioni Dark Lady e Pink Lady, ma rimanendo unica nel vero senso della parola. Ora, per celebrare i primi 50 anni di attività di Gufram, l’azienda presenta una speciale serie limitata di soli cinquanta esemplari del divano Bocca. In edizione Oro, ma mantenendo sempre la sua forma iconica. Ad Art Parma Fair sarà in mostra, però, la sua versione originale.

L’esposizione sarà arricchita anche da altre creazioni diventate simboli e riferimenti anche per altri artisti. Saranno presentile opere in acciaio di Giovanni Minelli, modellate a mano e perciò una diversa dall’altra. Designer quarantenne, Minelli realizza installazioni artistiche, progetta lampade per Fabbian, espone da Dilmos Milano e alla Galleria Secondome di Roma. Tavoli e sedie delle sue collezioni vengono venduti dalla casa d’aste Tajan Paris e viene invitato assieme ai maggiori esponenti del design italiano al progetto “Il design italiano per l’Unicef” esposto durante l’inaugurazione del museo Italiano del Design della Triennale a Milano.

Sarà, inoltre, complementi d’arredo dei designer Antonio Cagianelli, Hans Hollein, Nigel Coates e Roberto Monte la cuila seduta Unbroken wave nel 2005, al Paris DesignLab è sstata elezionata dal FSNAI per il premio Oscar 2005.

cm.212x80x85  panchetta Giovanni Minelli

Comments are closed.

Translate »
Scarica il biglietto ridotto
dalla "Biglietteria on-Line"
di Fiere di Parma -
Mercanteinfiera Autunno 2014